Disturbo Ossessivo Compulsivo

Disturbo Ossessivo Compulsivo

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo o DOC è un disturbo psichiatrico che interessa milioni di persone in tutto il mondo, spesso cronico e di grave entità che interferisce negativamente sulla vita degli individui, generando angoscia e sofferenza.

Aspetti fenomenologici del DOC

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo è caratterizzato da pensieri, immagini, impulsi ricorrenti (ossessioni) che si traducono in azioni mentali, rituali e comportamenti ripetitivi eseguiti per ridimensionare o eliminare lo stress e disagio emotivo (compulsioni).

Di seguito alcuni esempi che interessano i pensieri ossessivi e atteggiamenti compulsioni:

Ossessione: paura di essere contaminati da germi e sporco.
Compulsione: lavarsi ripetutamente le mani.

Ossessione: paura di danneggiare se stessi o gli altri con atteggiamenti aggressivi (es. temere di uccidere un membro della famiglia con veleno, coltello, etc.).
Compulsione: controllare che, eventuale atto, non sia avvenuto realmente.

Ossessione: paura di danneggiare se stessi o gli altri per errore (es. non aver chiuso il gas o la porta di casa).
Compulsione: controllo ripetuto e continuativo (es. che il gas sia chiuso correttamente).

Ossessione: paura di commettere errori morali o religiosi.
Compulsione: pregare ripetutamente.

Ossessione: desiderio che le cose rispettino il giusto ordine e simmetria.
Compulsione: controllo ripetuto degli oggetti, sistemandoli ed aggiustandoli seguendo la giusta simmetria.

Le compulsioni, inoltre, possono essere manifeste (visibili da altri soggetti) o nascoste (messe in atto in silenzio o nella propria mente).
La maggior parte dei soggetti affetti da DOC, manifestano sia ossessioni che compulsioni; ma, in alcuni casi, possono presentare le une o le altre.

In generale, le ossessioni e le compulsioni possono intervenire in misura diversa sugli individui affetti da DOC e riattivarsi o peggiorare in situazioni di stress molto forti.

Chiedi un appuntamento

Vai alla barra degli strumenti