Disturbo Bipolare

Disturbo Bipolare

FOBIA SOCIALE

DISTURBO D’ANSIA SOCIALE

Il Disturbo d’Ansia Sociale è una condizione di disagio e paura marcata che un individuo sperimenta in situazioni sociali nelle quali vi è la possibilità di essere giudicato dagli altri, per timore di mostrarsi imbarazzato, di apparire ridicolo o incapace e essere umiliato di fronte agli altri.
Nella popolazione generale degli Stati Uniti una prevalenza a 12 mesi del disturbo colpisce il 7 % degli adulti, mentre in Europa la percentuale è del 2,3 %. Le femmine sono maggiormente soggette all’ansia sociale rispetto ai maschi e tale differenza è più marcata nella fascia adolescenziale e nei giovani adulti.

I tipici sintomi del Disturbo d’Ansia Sociale sono:

  • Paura o ansia marcate relative a una o più situazioni sociali nelle quali l’individuo è esposto al possibile giudizio degli altri, come essere osservati o eseguire prestazioni di fronte ad altri.
  • L’individuo teme che agirà in modo tale da essere criticato o manifesterà sintomi di ansia che saranno valutati negativamente.
  • Le situazioni sociali temute provocano quasi invariabilmente paura o ansia.
  • Le situazioni sociali sono evitate oppure sopportate con paura o ansia
  • La paura o l’ansia risultano sproporzionate rispetto alla reale minaccia posta dalla situazione sociale e dal contesto socioculturale.
  • La paura, l’ansia o l’evitamento sono persistenti e durano tipicamente 6 mesi o più.

Per essere diagnosticato, il disturbo deve provocare un forte disagio e la compromissione del normale funzionamento individuale e non è attribuibile all’assunzione di sostanze o a un’altra condizione medica.

Le cause che portano a sviluppare una fobia sociale sono diverse. Come per le fobie specifiche anche l’ansia sociale è collegata a comportamenti appresi in passato, in genere in età infantile. Esperienze negative nel passato, come essere oggetto di umiliazione pubblica, o di critica o di aggressione possono portare a sviluppare la fobia sociale.

Chi soffre di fobia sociale inoltre è tendenzialmente portato ad avere paura del rifiuto e del giudizio altrui. Sono spesso convinti inoltre che la manifestazione esteriore di sintomi d’ansia (come il mostrarsi agitati, diventare rossi etc) possa provocare loro un danno a livello sociale (ad esempio perdere la reputazione o essere derisi). Queste paure portano in genere ad una forte attenzione rispetto ai segnali del proprio corpo, ad una eccessivo monitoraggio dei proprio segnali corporei, ad ansia anticipatoria e alla presentazione conseguente di sintomi ansiosi legati a determinati contesti. (DSM – 5, 2013).

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *